Catalogo aziendale

Catalogo aziendale: da dove iniziare

Il catalogo aziendale è lo strumento di marketing e comunicazione più diffuso tra le imprese. Prodotti, company profile, presentazione dell’azienda, storia e dati tecnici: ogni contenuto importante per far conoscere un marchio trova posto nel catalogo. Eppure, per molte imprese, fare un catalogo aziendale è un lavoro di mera grafica e impaginazione: visione strategica, organizzazione dei contenuti, funzionalità sono spesso trascurate. Se sei il responsabile marketing di un’impresa e devi rinnovare il catalogo, prima di iniziare, analizza il tuo contesto di mercato e gli obiettivi.

Catalogo aziendale: cosa non fare

Curare copertina, fotografie, grafica e impaginazione è condizione necessaria per fare un buon catalogo. È sufficiente, però, affidare il lavoro a un’agenzia grafica senza una riflessione strategica? Io penso di no.
Quando imposti il progetto per il catalogo e quando parli con il tuo art director, devi avere chiaro quale immagine aziendale vuoi trasmettere. Comunica la tua visione anche al copywriter che si occupa dei contenuti e al fotografo che realizza le immagini dei prodotti.

Ti sembrano consigli banali? Ottimo, di sicuro non farai questi errori:

  • cataloghi destinati al cliente finale con informazioni incomplete (prezzi o misure, ad esempio)
  • belle immagini e didascalie poco curate (di che prodotto si tratta?)
  • fotografie di scarsa qualità, ambientazioni vecchie
  • descrizioni generiche.

Definisci il tuo obiettivo

Rispondere ad alcune domande ti sarà utile per iniziare:

  1. Il catalogo è destinato al consumatore finale?
  2. Il volume va a partner e rivenditori?
  3. I tuoi prodotti sono beni di lusso?
  4. Quali sono le informazioni più importanti che definiscono i tuoi prodotti (dimensioni, materiali, ecc)?

Ricordare i valori portanti dell’azienda è altrettanto importante:

  1. Il marchio è noto con una storia riconosciuta?
  2. L’impresa è giovane e punta sull’innovazione?
  3. Il nome dell’azienda è meno conosciuto rispetto a quello del suo prodotto di punta?

Scegli lo stile

Art director e copywriter stabiliscono insieme a te lo stile, grafico e di testo, del catalogo aziendale. Se vuoi presentare prodotti dal design nuovo, destinati a clienti esigenti, che amano soluzioni originali, puoi scegliere immagini e un tono di voce esuberanti. Se i tuoi clienti hanno un gusto classico e il tuo marchio è noto per valori come qualità e tradizione, adotta fotografie e contenuti di testo dal tono equilibrato e rassicurante.
Molte imprese scelgono di pubblicare cataloghi differenti: i prodotti conosciuti per funzionalità e buon rapporto qualità prezzo avranno una presentazione diversa da quelli pensati per nicchie di mercato.

Presenta l’azienda

Il company profile, il profilo aziendale, sarà l’introduzione del catalogo aziendale, prima delle pagine sui prodotti. Molte imprese scelgono di non dilungarsi troppo sulla presentazione aziendale: anche in questo caso, la scelta dipende da molti fattori. Un’azienda storica, con un passato importante da raccontare e un brand noto, avrà molti vantaggi dalla narrazione delle sue origini e dei successi conseguiti. Per start up e attività giovani, sarà molto importante presentarsi, comunicando entusiasmo e motivazione.

Ti segnalo alcuni contenuti che puoi inserire nelle pagine di introduzione:

  • storia dell’azienda, mission
  • foto e profilo del fondatore
  • certificazioni, novità tecnologiche nei processi di produzione
  • premi
  • dati come numero di prodotti venduti, numero di punti vendita…

Pagine prodotto: seleziona le informazioni

La descrizione dei prodotti è una delle parti più difficili nel catalogo aziendale. Troppe informazioni non saranno lette; poche informazioni non daranno un’idea precisa. Nelle pagine prodotto, si vedrà la differenza tra un catalogo destinato al consumatore finale – come il catalogo Ikea – e un catalogo per partner e rivenditori.
In un catalogo letto da chi realmente acquista il prodotto, le informazioni devono essere complete: compreresti un tavolo da cucina senza conoscere le misure?
Nel caso di un’azienda del ramo business to business, molti dettagli tecnici sono riservati al listino prezzi, ma funzionalità e caratteristiche principali dei prodotti devono essere presenti anche nel catalogo.

La scelta va fatta caso per caso, ma ricorda: quale che sia il settore, informazioni approssimative e poco curate creeranno confusione. Non sbagliare indicazioni di prezzo o di dimensione, rileggi i testi più volte e controlla la coerenza delle immagini.

Hai bisogno di un aiuto per fare un catalogo aziendale?

Scrivimi, la prima consulenza è gratuita!