Networking

Fare networking per avere clienti

Networking è la parola chiave per molte attività professionali e microimprese. Imprenditori, giovani Partite Iva, mamme creative che lavorano nel settore dell’artigianato e crafting e vendono on line; mamme professioniste che lavorano da casa, si sentono spesso ripetere quanto fare networking sia decisivo per il loro business.

In effetti, se hai aperto da poco un’attività in proprio, se hai un profilo su un marketplace o un portale aggregatore di servizi, fare rete è il tuo obiettivo ed è la condizione necessaria per farti conoscere. Networking è ciò che ti viene consigliato in una strategia di personal branding, cioè di promozione e di divulgazione del tuo profilo nel mondo del web.

Che cosa significa fare networking?


In fondo, è un po’ come fare passaparola sul web, è qualcosa di meglio e soprattutto, come si fa?

Per rispondere a questa domanda parto da lontano. Tempo fa, quando iniziai a lavorare come giornalista apprendista e poi come giornalista pubblicista, mi fu proposto di partecipare a convegni e seminari di formazione per giornalisti. L’obiettivo, oltre a quello di aggiornarsi e migliorare il proprio bagaglio culturale, era conoscere nuovi colleghi e aprirsi a nuove prospettive professionali. Ancora una volta, il networking sembrava uno dei passaggi importanti per avere nuovi contatti, scambiarsi bigliettini da visita, avere ulteriori opportunità di lavoro.

Ricordo quei seminari. Conobbi colleghi bravissimi e riuscii ad approfondire temi molto interessanti; ma non trovai nessuna nuova collaborazione, almeno non subito. Solo tempo dopo arrivò una nuova occasione di lavoro grazie a una persona che avevo conosciuto in quelle occasioni … quando quasi non ci pensavo più.

Lavorare sul passaparola per farsi trovare dai clienti giusti è importante, ma i risultati non sono immediati.

Anche in questo caso, gli effetti di un buon lavoro di personal branding si vedono con il tempo; con il giusto approccio collaborativo adoperato nei social e nel rapporto con le persone; dopo una spontanea condivisione di valori e fonti informative protratta nel tempo.
Fare networking, in realtà, è soprattutto mettere a fattor comune un bagaglio di competenze, di possibilità, di occasioni, in modo che chi appartiene alla community ne abbia vantaggio.

Non accade subito che il vantaggio sia tuo ma, se sei stata generosa, prima o poi accade.