Interazioni su Facebook migliori con video

Interazioni su Facebook migliori se fai video?

Per avere maggiori interazioni su Facebook devi pubblicare video. Ti è stato detto così e la tendenza ti sembra confermata da tutti. I video on line ti aiuteranno nella promozione sui social media.
I contenuti testuali saranno ridotti al minimo, immagini e filmati saranno tutto ciò che ti serve per la tua strategia di comunicazione e promozione. La nota espressione content is the king, il contenuto è il re, per molti si traduce in un’altra versione: video content is the king. Ottimo: ma è davvero così? Hai provato a verificare se la tua video content strategy è efficace?

Interazioni su Facebook: come e perché

Tutto ciò che è visivo cattura l’attenzione prima delle parole. Se frequenti Facebook da un po‘, sai che le immagini hanno avuto il loro grande appeal prima dei filmati. Mentre YouTube si confermava canale in crescita per il video content, la forza espressiva delle fotografia trascinava molte fasce di utenti del web, compresi i più giovani, su Instagram.
Se chiedi agli addetti del settore quali sono le evoluzioni del content marketing e della pubblicità, su Facebook e sul web, ti risponderanno che, certo, questo è l’anno dei video. Prima di lanciarti in una strategia di video marketing, ti chiedo, però, quale è il tuo obiettivo.

Che cosa vuoi fare su Facebook?

  • Vuoi aumentare gli accessi alla tua pagina?
  • Desideri maggiori interazioni su Facebook, far crescere condivisioni e commenti?
  • Ti è utile, invece, che le persone vadano a visitare il tuo sito?

Dalla risposta a queste domande dipende il tuo progetto sui contenuti, video content, post sponsorizzati, campagne pubblicitarie, notizie con link…

Video on line: che cosa sta succedendo

La fortuna dei filmati non è del tutto nuova: è andata progressivamente crescendo negli ultimi anni. I formati audio e video, prima frequentati in gran parte dagli Youtubers, oggi sono pervasivi. Video si trovano nelle pagine web dei siti di informazione; sono filmati auto prodotti molti tra quelli che circolano nelle chat su Whatsapp; sono video ads molte le campagne promosse sui social network.
Il successo dei video pare stia conquistando diverse fasce di pubblico. I più disponibili sono giovanissimi e giovani, sotto i 35 anni, ma questa formula sta per crescere anche per altri destinatari.

Chi stava su Facebook mentre era in ufficio, prima saltava i video per non disturbare i colleghi… Oggi può prendere l’abitudine di indossare le cuffie o aspetta la pausa pranzo e consulta i filmati dallo smartphone.

Se, per la tua pagina aziendale, hai bisogno di maggiori interazioni su Facebook e vuoi pubblicare video, potresti essere sulla strada giusta, ma…

Facebook o YouTube

Forse preferisci YouTube a Facebook e vuoi aprirne un canale dedicato per la tua azienda. Scelta legittima, a patto che tu abbia verificato gli interessei dei tuoi lettori e clienti. In ogni caso, ti consiglio di focalizzarti su video di qualità. Le tue parole d’ordine:

  • video professionali
  • montaggio e realizzazione veloce
  • tempi veloci per caricali e promuoverli.

Se, invece, stai puntando alla pagina Facebook, ti consiglio di caricare video nativi, cioè senza passare da file condivisi su piattaforme come YouTube o Vimeo. Se il tuo obiettivo è professionale, non pubblicare filmati con immagini fuori fuoco, audio scadente, soggetti o temi poco coerenti.

I video ottengono più visualizzazioni dei post?

La capacità di richiamo di un video è spesso più alta, rispetto ad altre forme di contenuto. A volte però, le prestazioni dei contenuti sulla tua pagina Facebook potrebbero sorprenderti.
In base alla mia esperienza, ho visto post con una sola fotografia ottenere più visualizzazioni e commenti di un video. Ho visto anche notizie con link che portano il lettore su un link esterno, con risultati più incoraggianti di un filmatino. Il motivo?
Ancora una volta, dipende dal contenuto.
Se un filmato ha un messaggio forte, che richiama un interesse molto sentito, avrà molte visualizzazioni. Oggi molti utenti condividono senza lasciare la loro opinione e senza interagire tra di loro con altri commenti; tuttavia, un filmato molto espressivo potrebbe aiutarti anche nel migliorare il grado di engagement della pagina.

Al tempo stesso, una fotografia, senza link esterni, dove si riconoscono molte persone di una comunità, può accendere una conversazione con commenti numerosi.

Una notizia con un link diretto a un sito web esterno, su un argomento spinoso e molto discusso, a volte supera gli insights di un filmato.
Riccardo Scandellari riassume in un post molto acuto le riflessioni sulla attuale fortuna dei video. Ti consiglia di scrivere “contenuti che migliorano la vita e che sanno regalare informazioni, emozioni o nuovi stimoli”.

Pubblicare contenuti che rispondono ai bisogni delle persone: questa è la prima discriminante.