Pagamento di servizi on line

Metodi di pagamento per servizi on line

Quali sono i migliori metodi di pagamento per servizi on line? Oggi voglio parlarti dei sistemi di pagamento, una parte importante del tuo lavoro se vendi consulenze on line.
Se vuoi intraprendere un’attività in rete, se pensi di aprire un negozio di e-commerce o di entrare in un marketplace di servizi, devi sapere come possono pagarti i clienti. Non solo: ti sarà utile conoscere le abitudini degli utenti italiani sugli acquisti in rete.

Pagamento per servizi on line: conosci il tuo cliente

Prima di cominciare a vendere servizi da web, ti sarai posto alcune domande.

Chi sono i clienti delle tue consulenze? Qual è il loro profilo? Quanti anni hanno?
Sono persone propense alle novità e disponibili a cambiare abitudini oppure no?

Queste caratteristiche, infatti, incideranno sulle loro scelte di pagamento.
Le prime transazioni in rete venivano eseguite per la maggior parte con carta di credito.
Ricordi i siti di commercio elettronico di prodotto di qualche anno fa?
Le transazioni possibili erano, in genere, tre:

  • bonifico bancario
  • carta di credito
  • pagamento a casa, all’arrivo della merce.

Se parliamo di pagamento per servizi on line, come esempio, i trasporti, il metodo più facile e veloce era la carta di credito.

Paypal è il primo sistema di pagamento

Il rapporto sviluppato da NetComm e realizzato da TechnoConsumer dichiara che Paypal è oggi il metodo più utilizzato per comprare su Internet. La ricerca riguarda il mercato italiano: il campione comprendeva 1000 soggetti, dai 18 ai 64 anni. Guarda anche il dato sulla fascia d’età: Paypal è tra i metodi preferiti, in buona parte, da adulti fra i 45 e i 54 anni.
La ricerca comprende gli acquisti di servizi e prodotti: considerala, comunque, come una fonte attendibile per pagamenti di consulenze on line di fascia media.

Sai che per investimenti molto onerosi la maggior parte degli italiani sceglie il bonifico bancario.
Negli ultimi sei mesi, però, per gli acquisti on line la classifica era la seguente:

  1.  PayPal, 68,6 per cento di preferenze
  2.  carta di credito, 46,2
  3.  carta prepagata sul sito, 32,4
  4. bonifico bancario, 22,2
  5. altre modalità come contanti o assegno alla consegna, Satispay, Sisalpay.

Novità nel pagamento di servizi on line

L’indagine nomina molti strumenti emergenti per pagare da web: Satispay, Sisalpay, Hype, Apple Pay e WeChat. Sono sistemi che oggi hanno percentuali  basse, ma con buone potenzialità.
Se i tuoi clienti sono persone abituate a fare acquisti da Internet e se sono motivate a sperimentare, potrebbero essere interessati a queste opzioni.

Consulenze e acquisti da smartphone

L’hai già sentito vero? La parola d’ordine di questi ultimi mesi è mobile first. Gli utenti consultano sempre più spesso i loro siti web preferiti da tablet e telefoni cellulari e, negli ultimi tempi, completano transazioni di acquisto pagando dal cellulare.
Secondo NetComm, le persone che comprano da un dispositivo mobile hanno una frequenza di acquisto superiore alla media. Se vuoi tenerne conto quando progetti i tuoi servizi di consulenza, ricorda di preparare profilo e schede di presentazione dei tuoi servizi facili da leggere dallo smartphone. Assicurati che i pagamenti di servizi on line siano possibili in modalità mobile.

Rendi facile il processo di pagamento

L’indagine dà un altro elemento interessante per marketplace e vendite di consulenza. La metà dei clienti sperimenta almeno un’interruzione del processo di acquisto durante il momento del pagamento: problemi tecnici, registrazione complicata, poche informazioni, inducono spesso ad abbandonare il carrello.
Ricorda che anche privacy e sicurezza sono preoccupazioni molto importanti per chi compra on line.

Come si comportano i clienti

Dopo aver avviato l’attività di consulenza online, monitora le abitudini dei tuoi clienti sui pagamenti.

Preferiscono chiederti un preventivo e pagare con bonifico bancario?
Potendo scegliere, ti pagano a fine servizio o ti mandano un acconto prima di iniziare?

Sarà un consiglio banale, ma lo ripeto: verifica come agiscono i tuoi clienti reali quando pagano servizi di consulenza. Quest’analisi ti sarà d’aiuto per modulare i tuoi servizi futuri.