Metodi di scrittura

Tempo fa, nel corso di una videoconsulenza dalla piattaforma di www.networkmamas.it, mi capitò di accennare a dei “metodi di scrittura” per scrivere in modo chiaro ed efficace.

La mia cliente, in quel caso, era una professionista che gestiva la sua attività di promozione per tramite di un sito web e di un blog. Si rivolse a me, ma presto compresi che non aveva davvero bisogno di un metodo, quanto di consigli generali. I suoi testi mi sembravano avere la giusta sintesi tra brevità ed espressione. La cliente non aveva una formazione umanistica, ma una dote: scriveva con il cuore.

Mesi dopo ho creato un servizio ad hoc, per chi vuole apprendere o perfezionare dei metodi di scrittura. Non ho pretese accademiche e per i dettagli vi rimando al mio servizio. Per iniziare, però, propongo alcuni elementi di base.

Per sapere scrivere bisogna leggere.

 

Lo diceva sempre l’insegnante di italiano delle scuole medie. Era antipatica e il suo consiglio suonava noioso. Aveva ragione però. Personalmente non credo a chi consiglia tools  (la versione informatica dei bigini?) per scrivere meglio: basta leggere di più, per passione, per bisogno di formazione personale, per aggiornarsi. Abbiamo imparato a parlare ascoltando e impariamo a scrivere leggendo.

Più si scrive, meglio si scrive.

 

Questa regola vale ancora di più nel caso della scrittura per il web. Scrivere per farsi leggere e per farsi trovare sul web ha delle regole precise, come ben ci insegnano gli esperti di Seo e copywriting (questo sì, richiede metodi di scrittura, ne riparliamo). L’esercizio costante aiuta a migliorare i tempi e l’efficacia dei nostri testi, proprio come sciare o imparare una lingua straniera.

Scrive meglio chi scrive con il cuore.

 

Questa è difficile e non si trova in nessun bigino. Persone anche con competenze linguistiche di base possono scrivere testi bellissimi e toccanti, se sono proprio i “loro”, cioè entrano in contatto diretto con le loro emozioni e con i vissuti di chi legge. Chi scrive per professione, magari comunicati stampa o testi tecnici, avrà da compiere un passaggio ulteriore. Potrà, per esempio, studiare, entrare fino in fondo nel contesto e nei contenuti che dovrà comunicare fino a farli diventare suoi. In ultimo…

Scrive meglio chi scrive chiaro.

 

Il mio docente di Filosofia Teoretica dell’Università affrontava argomenti complessi che richiedevano ore e ore di studio. Il suo linguaggio, di contro, era semplicissimo. Scrivere chiaro è un traguardo, scrivere per quelli che già sanno è solo un punto di partenza.