pagina press nei siti Internet

Pagina press nel sito Internet: come si fa

Hai scelto di aggiungere la pagina press nel sito Internet aziendale? È una buona idea, ma hai pensato a cosa mettere? Vuoi mostrare le inserzioni pubblicitarie o dare i contatti del tuo ufficio stampa?
Nel post di oggi faccio una breve rassegna di quello che si trova in rete, nei siti delle imprese italiane. Aggiungo indicazioni utili per non confondere il navigatore e avere, anche nella sezione dedicata alla stampa, un sito facile da consultare.

Pagina press nel sito Internet: il titolo

Se la tua impresa ha molti contatti con la stampa, aggiungere la pagina press nel sito Internet può rivelarsi strategico. Cosa intendi, però, per l’area press? La risposta a questa domanda tradisce il tuo obiettivo.
Anche i termini che usi per la pagina ha sfumature diverse.
Ti faccio qualche esempio:

  • usi il titolo press senza specificare
  • scegli l’espressione inglese press room
  • adotti l’espressione italiana sala stampa
  • scrivi, molto chiaramente, così se sei un giornalista o comunicati stampa
  • scegli la formula dicono di noi.

Questi titoli danno informazioni differenti e vanno scelti con cura.

Scegli il termine generico: press

La voce press, in italiano stampa, è la formula più generale. Ti permette di pubblicare, nella sezione dedicata, contenuti differenti, ma è anche, secondo me, la versione meno user friendly, cioè meno chiara per chi legge.
In sezioni così nominate ho trovato, navigando in rete, comunicati per i giornalisti, ma anche rassegne stampa di articoli già pubblicati o gallerie di pagine pubblicitarie e publiredazionali.
Su Internet le definizioni generiche risultano poco efficaci: io ti consiglio di dare all’utente, sin dalla home page, un’idea più chiara di quello che troverà nelle sezioni del sito.
Rispondi a questa domanda: a chi è rivolta la tua pagina press nel sito Internet?

Press room o sala stampa

Questa sezione è dedicata in modo esplicito ai giornalisti. Alcuni scelgono di chiamarla con l’espressione se sei giornalista ed è una scelta comunque valida. Nella sala stampa pubblichi i comunicati stampa della tua azienda e i recapiti dell’ufficio stampa. Puoi prevedere anche una sezione news, con estratti dei comunicati e una pagina di download per scaricare immagini, cataloghi e altri materiali che vuoi mettere a disposizione dei giornali.
Non dimenticare di aggiornare la sala stampa con gli ultimi comunicati: non lasciare sul tuo sito Internet notizie datate molti mesi fa.

Dicono di noi

Se vuoi pubblicare sul sito aziendale la tua rassegna stampa, il titolo più chiaro è hanno parlato di noi o dicono di noi. In questa sezione, inserisci gli articoli che i giornali hanno pubblicato sui tuoi prodotti e sull’azienda.
Puoi scegliere di caricare formati pdf, collegamenti ipertestuali, estratti del giornale. Rendi leggibili gli articoli in questa sezione, fai attenzione alle dimensioni dei caratteri nel testo: se hai scelto di aprire la sezione dedicata, fallo con cura. Si tratta dell’immagine aziendale, fa parte del tuo corporate branding.

Pubblicità e publiredazionali

Molte aziende pubblicano sul sito web il risultato della campagna pubblicitaria, con le uscite sui diversi media. È una scelta motivata, ma può rivelarsi poco strategica per alcune imprese, soprattutto se, anno dopo anno, gli investimenti pubblicitari non sono costanti e mostrano un calo progressivo. Se la tua azienda ha investito molto in pubblicità come video e filmati, interessanti, dunque, da fruire in rete, questa sezione può essere utile.
Se i publiredazionali sono molti e comprendono molte informazioni, pubblicarli, in formato leggibile, è una buona idea. Considera, però, l’opportunità di questa pagina in modo oculato, in sinergia con i vertici e i responsabili di marketing.

Ti lascio altri spunti di riflessione:

  • com’è la pagina press nel sito Internet dei tuoi concorrenti?
  • c’è qualcosa che cambieresti nelle altre pagine web del tuo sito come quella dei contatti o del blog aziendale?
  • il tuo sito ha un aspetto facile da consultare, dal pc da scrivania e dal telefono cellulare?