immagini per comunicato stampa

Come scegliere le immagini per il comunicato stampa

Scegliere le giuste immagini per il comunicato stampa è parte strategica del lavoro di invio ai giornali. In questo post voglio parlarti di come allegare le fotografie alla tua press release nel modo più efficace.

Il tuo comunicato stampa è scritto in modo chiaro, efficace. Hai pensato a tutto: a un titolo per attirare l’attenzione del giornalista, all’oggetto del messaggio, al testo breve che metterai nella mail e al documento completo che mandi in allegato. Mancano le immagini.

Perché allegare le immagini al comunicato?

Il contenuto visivo è immediato, comunica la tua notizia più rapidamente del testo.
In molti casi, una buona immagine decide della pubblicazione di un articolo. Un comunicato inviato senza immagini o con una foto scadente, invece, ha meno possibilità di comparire sul giornali.
La fotografia va allegata al press kit per più ragioni:

  1. Richiama l’attenzione del giornalista, mentre controlla la posta elettronica
  2. Aiuta il giornalista a comprendere la notizia prima di aver letto il testo
  3. Agevola il lavoro della redazione nel confezionare un articolo completo
  4. Se pubblicata, desta più facilmente l’occhio del lettore.

Come scegliere le immagini per il comunicato stampa?

La fotografia più efficace deve essere:

  • Pertinente
  • Di buona qualità
  • Capace di catturare lo sguardo.

Pertinente

Se hai un comunicato stampa di prodotto, l’immagine più coerente con la notizia è il prodotto stesso. Un buon ufficio stampa manda la foto del singolo prodotto ma, ancora meglio, un’immagine ambientata. Se mandi un comunicato stampa aziendale, il ritratto del direttore generale o dell’amministratore delegato va molto bene.
A proposito, nel testo figura nome e cognome del direttore? C’è una sua dichiarazione ufficiale?

Di buona qualità

Per favore, non mandare foto in bassa definizione, che i giornali cartacei non possono stampare. Se mandi immagini per testate on line, controllane comunque dimensioni, luminosità, contrasto. Non mandare foto fuori fuoco o altre immagini poco utili: sale di conferenza vuote, foto di dettaglio, ma troppo piccole, foto con sfondo troppo buio, immagini destinate al web con molti particolari piccoli e non riconoscibili.

Foto capace di catturare lo sguardo

Le immagini più efficaci sono primi piani, foto ambientate, foto con persone. Come ogni comunicato stampa ha il suo tone of voice, avrà anche l’immagine più adatta. Inutile da dire: non copiare le immagini, non prendere foto dal web senza licenza.

Come scegliere le immagini del press kit?

Le redazioni ricevono comunicati stampa tutti i giorni. Ricevono montagne di press kit e montagne di foto. Se vuoi che le tue immagini si distinguano, cerca di essere originale. Manda foto che dicono qualcosa. L’esterno dell’azienda è un’immagine molto comune; c’è invece un dettaglio tecnico che caratterizza solo i tuoi prodotti? Il direttore generale sorride nella sua foto istituzionale?

Segnala il copyright

Ti racconto un episodio buffo. Decenni fa, mi capitò di scrivere un articolo di una mostra d’arte e di pubblicare la foto di un’opera: il museo che ospitava la mostra mi scrisse di non gradire che avessi pubblicato l’immagine. Era in torto: la testata era regolarmente registrata e io non avevo violato nessuna norma. I giornali on line erano agli albori e il museo, allora, manifestava un timore ingiustificato nei confronti del web.

Oggi, se sai che un’immagine non deve essere pubblicata, non mandarla ai giornali. Se la fotografia può comparire sulla stampa, ma con l’indicazione dell’autore, segnala al giornalista in modo esplicito il copyright della foto.
Ricorda:

Le fotografie vanno corredate di didascalie: una descrizione breve dell’immagine, che il giornalista può copiare e incollare.

Manda foto leggere

Come si mandano le foto ai giornalisti? Come ufficio stampa, hai più possibilità:

  1. Una o due foto allegate alla mail
  2. Un link a un’area apposita del sito, al quale il giornalista accede registrandosi con nome utente e password
  3. Un link predefinito senza registrazione, come We Transfer
  4. Un invio personalizzato su richiesta.

1) La scelta del metodo dipende dal tipo di comunicato stampa e di immagini. Io scelgo sempre di allegare una o due immagini al messaggio di posta: i file non devono essere troppo pesanti, ma comunque adatte alle testate on line e cartacee.

2)La soluzione di un’area al quale il giornalista deve registrarsi veniva usata anni fa; oggi è meno frequente. Ricorda, il giornalista sceglie sempre il modo più veloce e a volte anche ritrovare nome utente e password è percepito come un lavoro troppo lungo.

3) A richiesta, mando kit più corposi di foto con We Transfer.

Nomina i file.

Anche se hai segnalato la didascalia della fotografia in un testo a parte, accetta un ultimo consiglio: nomina il file della tua immagine con una descrizione breve. Evita numeri e sigle incomprensibili nei nomi dei file: ripeti il copyright se è necessario.

Hai bisogno di una consulenza sulle immagini per il comunicato stampa?
Vuoi altri dettagli sui progetti di ufficio stampa per Pmi, start up e liberi professionisti?

Scrivimi, la prima consulenza è gratuita.