Marketplace. Photo by Clarisse Meyer on Unsplash

Vendere on line da un marketplace

Come vendere on line da un marketplace? Vendere servizi o prodotti tramite un aggregatore è più efficace rispetto a un sito di e-commerce dedicato? Alcune PMI, piccole e medie imprese, mi hanno rivolto questa domanda. Se sei una Mumpreneur, la questione ti riguarda da vicino: vuoi vendere i servizi on line, ti chiedi come e se funziona questo meccanismo e come valutare i risultati del tuo profilo.
Io credo che la risposta non sia univoca ma provo, comunque, a tracciare alcune linee guida. Per capire come vendere on line da un marketplace, partiamo dall’inizio.

Marketplace, che cosa sono

La scrivo semplice. I marketplace sono portali che aggregano l’offerta di diversi soggetti, venditori di beni e servizi. La piattaforma gestisce la vendita, dalla presentazione del prodotto al pagamento.
Ci sono diversi tipi di marketplace, ne cito alcuni:

  • portali che permettono di vendere beni e prodotti, come Etsy
  • portali che permettono di vendere servizi
  • mercati dedicati alle relazioni tra le aziende
  • aggregatori di servizi turistici.

Vendere on line da un marketplace
o aprire un’e-commerce?

Che tu abbia da offrire beni o servizi, forse ti sei posto questa domanda. È meglio aprire un sito personale, con uno spazio dedicato al commercio elettronico, o è meglio affidarsi a una piattaforma specifica? La risposta dipende, tra l’altro, dal tipo di prodotto o servizio che vuoi proporre e dalla somma che puoi investire. Prima di partire, ti consiglio di riflettere bene sui tuoi obiettivi o di affidarti a un consulente per avere le idee chiare.
In entrambe le opzioni, marketplace o sito dedicato:

  1. ci vorrà del tempo per vedere i primi risultati
  2. non basta mettere in Internet i prodotti ed aspettare.

Primo passo: studia il contesto

Se vuoi vendere on line da un marketplace, ti consiglio di studiarlo con cura. Raccogli informazioni, naviga dentro il portale in qualità di utente, immagina la customer experience di chi verrà a comprare da te. Prova a comprendere o chiedi di sapere, per quanto è possibile, qual è il profilo delle persone che frequentano il portale e che ne acquistano i servizi.

A proposito, sulla piattaforma ci sono già professionisti che offrono consulenze come la tua? Come sono modulate le loro proposte?

Secondo passo: profilo e schede prodotto

C’è un elemento comune nel presentarsi su un aggregatore o vendere dal sito personale e ha sempre lo stesso nome: strategia. Quando compili il tuo profilo sul marketplace o quando progetti il sito di commercio elettronico, la tua attenzione deve essere al massimo. Cura le descrizioni delle tue offerte, pensa al tuo cliente ideale. Ogni parola che metti sul web avrà un ruolo decisivo nel parlare di te.
Se vendi servizi on line per la prima volta, un buon metodo è farsi consigliare. Webinar, corsi in aula, convegni e seminari: se cerchi bene, trovi diverse occasioni di formazione. Scegli anche consulenze personalizzate, di marketing, di Seo copywriting o di inbound marketing.

Vendere consulenze on line: la mia esperienza

Voglio darti la mia opinione. Non è una verità assoluta, ma una testimonianza che può aiutarti a capire. Quando ti proponi da una piattaforma, hai il vantaggio della portata di traffico e di potenziali clienti che vengono dall’aggregatore.
Da te verranno alcune tipologie di utenti: sono i tuoi clienti ideali? Rispondi a questa domanda, per capire se sei nel posto giusto.
La seconda osservazione riguarda il tuo lavoro.

Il marketplace porta i contatti, ma il successo della vendita dipende da te.

I tuoi servizi sono ben presentati? Il prezzo che proponi è adeguato? Il vantaggio dei servizi è ben visibile?
Last but not least: sei un buon venditore?