Crea il sito web

Crea il sito web per il tuo personal branding

Crea il sito web: è il consiglio che ti danno tutti se vuoi intraprendere un’attività on line. Aprire un sito Internet è necessario se vuoi vendere in rete prodotti e servizi. Te lo consigliano, però, anche se sei un professionista con partita Iva, lavori sul territorio e se hai clienti tra aziende locali.
Avere un sito web, oggi, è un punto di partenza, ma ti sei mai chiesto perché?

Crea il sito web, sei sicuro?

In questi anni ho incontrato molti liberi professionisti che mi chiedevano se e come aprire un sito Internet. I loro dubbi sono tipici di microimprese, start up e business agli esordi:

  • cosa devi fare per farti conoscere?
  • davvero devi avere un sito web personale?
  • che cos’è il personal branding e come funziona?

Sai che il mio lavoro è fare copywriting, comunicazione e ufficio stampa.
Io non realizzo siti Internet ma posso darti la mia risposta:

sì, devi avere una presenza su Internet, chiara e riconoscibile. Più la tua attività è strutturata – soprattutto se dirigi una piccola e media impresa! – più avere un sito web è necessario. Anche se la maggior parte del tuo lavoro si svolge off-line, considera Internet come un biglietto da visita ma, ancora meglio, come la giacca o il soprabito. Usciresti mai senza?

Se al posto del sito apri una pagina Facebook…

Se hai deciso di presentare il tuo lavoro on line, la tua prossima domanda è quanto costa realizzare un sito web.
Il budget da destinare all’agenzia per realizzare un sito ti impensierisce. Cerchi su Google, chiedi agli amici strade alternative e ti viene proposto:

  1. crea il sito web da solo, su piattaforme gratuite
  2. iscriviti a un marketplace, un portale che raccoglie più professionisti e dà loro una pagina singola di presentazione
  3. crea una pagina su un social network, una pagina Facebook o una pagina Linkedin e rinuncia al sito.

Se vuoi la mia opinione, queste soluzioni non sono la strada migliore per avviare un business on line. Se non puoi investire oggi, ti consiglio di aspettare il momento giusto e, nel frattempo, consolida l’attività e fai un piano strategico per il futuro.
Le mie risposte:

  1. crea il sito web senza l’aiuto di un consulente, solo se sei molto esperto e se hai in mente una chiara struttura dei contenuti
  2. iscriviti a un marketplace o un portale locale, per iniziare la tua attività, in attesa di avere un sito web tutto tuo
  3. crea una pagina Facebook o su altri social, ma non pensare che sia sufficiente, oggi, a fare personal branding.

Cosa scrivere nel sito web?

Quando un libero professionista si rivolge a me, è questa la sua prima domanda. Già, hai pensato a cosa scrivere nella pagina chi siamo, nella homepage e nelle pagine interne per divulgare al meglio il tuo lavoro?

Quando pensi ai testi del sito web, nel tuo progetto si incrociano più esigenze:

  • focalizza il tuo obiettivo, cosa proponi e perché
  • decidi i tuoi destinatari, i tuoi potenziali clienti
  • definisci il tono di voce
  • stabilisci quali servizi offri e dai loro una priorità.

Avrai capito che queste sono domande strategiche. Sono gli aspetti che definiscono il tuo lavoro: è il tuo business plan, l’analisi Swot che confronta minacce, opportunità, punti di forza e aspetti critici.

Aprire un sito web, in fondo, è solo una parte del tuo progetto di impresa: va integrata con il resto della tua attività e va pensata con cura.
Vuoi raccontarmi la tua esperienza? Ti aspetto.