Fare video on line

Fare video on line, quando e come

Fare video on line è davvero utile per il tuo personal branding? Nel caso di piccole e medie imprese, i video sono la soluzione migliore per aumentare la visibilità? 
Le azioni di marketing e comunicazione con i filmati sono in continuo aumento. Su Facebook pullulano contenuti visivi  su qualsiasi argomento e la tendenza ti ha contagiato. Anche tu vuoi fare video per Facebook?

Fare video on line per personal branding

Sei un libero professionista, hai creato da poco la tua attività e vuoi farti conoscere. Sai che i video sono molto popolari sui social network: una calamita per chi scorre la pagina Facebook, per gli utenti di YouTube, per Instagram. Fare video on line ti sembra una buona soluzione: subito dopo aver creato il sito web e, forse, prima di aprire un blog. Se dici che il video content è tra le prospettive più promettenti del presente e del futuro del web, sono d’accordo con te. Voglio, però, farti una domanda:

ai tuoi potenziali clienti piacerebbe guardare un video?

Quando si parla di tendenze e di mercati in ascesa, è importante considerare le fasce di utenti. I video sono oggi diffusissimi, ma può darsi che non siano preferiti dai tuoi clienti. Fare video on line è molto efficace nel mondo dell’intrattenimento, della musica e dei contenuti leggeri; è rilevante anche per alcuni contenuti didattici; è interessante per chi fa personal branding, ma non è sempre la risposta migliore.

Per piccole e medie imprese: l’analisi

Molte Pmi desiderano farsi conoscere di più sul web: per loro, il canale visivo e la sua grande capacità di richiamo sono molto ambite. Fare video on line è una buona idea, ma non perché è un trend in crescita: va inserito in un piano strategico, con un’analisi dei rischi, opportunità e benefici.
C’è un approccio emotivo che va ponderato, prima di avviare una nuova campagna: l’idea di fare video per advertising e promozione è affascinante, ma hai pensato al resto?
Ti lascio alcuni spunti di riflessione, ma non sono gli unici:

  • Il tuo sito web è aggiornato e funzionale, è mobile responsive?
  • Il tuo dominio è in grado di gestire picchi di crescita negli accessi?

Comunicazione faidate

Forse in nessun campo come quelli video, gli aspetti tecnici figurano tanto nascosti agli utenti quanto decisivi. Quando vedi un professionista fare un filmato e presentarlo sui social, oggi, pensi che sia davvero molto facile. Le tecnologie  sono molto più accessibili rispetto ad anni fa.

Fare un video on line, però, richiede competenze specifiche.

Se sei un principiante assoluto, dovrai prepararti, studiare e metterci un po’ di pratica, prima di fare buoni video.
Se sei il responsabile di una piccola e media impresa, ti consiglio di affidarti a un professionista.
Non  diffondere contenuti visivi realizzati in modo approssimativo: sarebbe un boomerang, con un effettivo negativo per la tua immagine.

Contenuti visivi e saturazione?

Secondo gli osservatori, i video saranno sempre più numerosi per comunicare il brand e per fare pubblicità. Non so se esistono rischi di saturazione: se, cioè, i filmati diventeranno troppi e perderanno di attrattiva.
Ti lascio alcuni consigli.

  1. Prima di investire in contenuti visivi, chiedi a un esperto.
  2. Crea contenuti curati, per qualità e valore
  3. Scegli i tuoi canali con attenzione
  4. Valuta la tua campagna, prima, durante e dopo.

Non ho la pretesa di dirti tutto quello che serve per fare video on line. Il mio è un modesto punto di vista, che può esserti utile per iniziare.

Hai altro da aggiungere? Scrivimi, ti aspetto.