Mamme blogger

Mamme blogger: visto a Mamma che blog 2019

Mamme blogger su Facebook, ma soprattutto su Instagram. Mamme blogger su Twitter, mamme con lo smartphone in mano, concentrate a scattare fotografie e pubblicare Stories. Dopo essere stata a Mamma che blog 2019, sabato 4 maggio, provo a mettere in luce alcune tendenze del fare mommy blogging.
Non ho la pretesa di raccontare tutto: lascio delle suggestioni. L’evento a cura di Fattore Mamma, anche quest’anno a Milano a palazzo delle Stelline, insegna che, per le mamme che vogliono mettersi in proprio e lavorare da casa, il web marketing è tuttora una risorsa.

Mamme blogger: tendenze

Il blog è morto? Se ne parla spesso, soprattutto da quando le reti sociali hanno catalizzato accessi e interazioni. Il fenomeno del mommy blogging, tuttavia, non è scomparso: le mamme blogger lavorano su più fronti, dalla gestione dei contenuti sul sito ai gruppi Facebook.
Gli incontri di Mamma che blog, anche nel 2019, confermano la centralità del blog.
Il sito web è il cuore del lavoro che parte, come da manuale, dai contenuti e li diffonde sulle piattaforme social. Il blog, però, si perfeziona:

  • le mamme blogger studiano la scrittura per il web, con una più avanzata ottimizzazione Seo
  • lavorano con maggiore cura nelle immagini, nei post sponsorizzati, ma non solo
  • aprono gruppi Facebook, potenziano competenze nella gestione delle communities.

Mamma che blog 2019: che cosa è successo

La colazione del mattino a palazzo delle Stelline è stato il primo appuntamento importante di Mamma che blog. Le relatrici hanno mostrato che cosa vuol dire fare le mamme blogger oggi: tra loro,

Le loro testimonianze rivelavano una felice combinazione fra talento, passione e competenze. Blogger per caso o per intenzione, tutte e quattro hanno fatto del web una palestra per crescere attorno a una nicchia: un tema specifico, una sfera di interesse, una cerchia di destinatari. Julia Elle ha sintetizzato per tutte un valore da ricordare per chiunque, oggi, voglia lavorare nel web:

il web ha bisogno di qualità. Scopri il tuo talento, realizzalo in un progetto ben fatto.

Gli sponsor

Il successo del mommy blogging si fonda su due elementi: una comunità di lettori e la disponibilità delle aziende a investire in promozione. Post sponsorizzati, campagne, pubblicità o advertorial, video con mamme blogger: queste formule sono ancora valide?
I marchi presenti a Mamma che blog – Remmy, Rio Mare, M-Team, Fruit-tella, Aribnb, Nintendo Switch – confermano che sì, il mercato mostra tuttora interesse verso il settore. L’intuizione di Fattore Mamma è stata comprendere che le mamme sono soggetti importanti, nelle decisioni d’acquisto, per una parte molto ampia delle necessità quotidiane delle famiglie.
Il mondo dell’influencer marketing, della pubblicità sul web e sui social network è, però, molto mutevole. Cambiano le abitudini delle persone, le tendenze a soffermarsi su una diretta, su un filmato, su una fotografia o su un testo lungo.
Attenzione: nessuna di queste formule è di necessità superata, ma deve essere studiata su misura, in relazione a un obiettivo.