Revisione dei testi on line

Revisione dei testi on line: metodi e consigli

La revisione dei testi on line è un tema delicato per copywriter di blog aziendali, blogger, addetti stampa, responsabili delle pagine di News di siti Internet. I testi per il web seguono un iter differente rispetto alla creazione di contenuti per libri e giornali cartacei: hanno tempi più veloci, di fruizione e di pubblicazione.
La revisione dei testi che scrivi per Internet è, però, necessaria e ti aiuta non solo a evitare errori grossolani, refusi o mancanze ortografiche. Rileggere, correggere, integrare un contenuto è decisivo se vuoi confezionare un testo Seo-oriented, in linea con la strategia dell’azienda, curato per una specifica fascia di lettori.

Revisione dei testi on line: nemica della fretta

La fretta dà cattivi consigli, si sa. Quando scrivi oppresso da una scadenza imminente sei portato a dimenticarti che devi rivedere il testo e controllarlo, nella forma, nella grammatica e nella sintassi e nei contenuti. Se pubblichi un testo redatto da altri, il tuo contatto in azienda, il collega o un collaboratore, la rilettura iniziale è una buona abitudine e ti mette al riparo dal rischio di errori. Di seguito voglio confidarti come lavoro io quando devo rivedere un testo, nella speranza di darti indicazioni utili, anche per il tuo lavoro.

Controlla il contenuto

Hai già esaminato il testo dal punto di vista ortografico, grammaticale e sintattico e la sua lettura ti sembra scorrevole. A proposito, ricorda che oggi un buon testo per il web deve essere letto, con relativa agilità, anche da uno schermo piccolo come il monitor dello smartphone. Avrai evitato, dunque, i periodi troppo lunghi. A questo punto, se rivedi un testo che non hai scritto tu, controlla l’eventuale presenza di parti riprodotte da altri siti Internet.
Lo so, sul web trovi spesso interi capoversi, quando non articoli completi, copiati da un sito all’altro. Io ti consiglio, però, di privilegiare sempre contenuti originali, scritti o rielaborati in modo che siano unici. Le eccezioni alla regola sono, naturalmente, le citazioni, esplicite, di interviste e di personaggi pubblici, per esempio le dichiarazioni riportate dei comunicati stampa.

Verifica la fonte

Il tuo collaboratore ha usato fonti autorevoli per scrivere il testo? Non puoi ricominciare da zero nel rivedere il post per il blog, ma accertati che le fonti scelte dall’autore siano valide. Ti lascio alcuni interrogativi che rappresentano un metodo per verificare la qualità dei contenuti.

  • Le informazioni nel testo sono un patrimonio condiviso per la tua fascia di lettori?
  • Oppure stai pubblicando novità inattese, dati che possono stupire perché sono diversi dal sentire comune? (In questo caso raddoppia il tuo impegno per controllare che siano veri)
  • Le informazioni sono molto complesse? (Semplifica, se puoi, o avverti il lettore che sta per leggere un testo impegnativo)
  • Il contenuto del blog farà clamore o risulterà scomodo per alcuni lettori? (Anche qui, la massima attenzione a dare notizie verificate).

Valuta lessico e tono di voce

In un testo redatto da te, avrai studiato con cura, prima di scrivere, quale tone of voice era più opportuno in relazione al soggetto, al sito che deve ospitare il testo e ai lettori. Se fai la revisione testi per un tuo collaboratore o per il cliente, considera questo passaggio con attenzione.
Lessico e registro linguistico sono importanti per decidere il destino del post. Può accadere anche che, in casi particolari, il tono di voce definito all’inizio per un blog aziendale debba cambiare: sarà a questo punto che dovrai correggere il testo del collaboratore e allinearlo alla nuova strategia.

Revisione dei testi on line Seo-oriented

Per un buon risultato di copywriting Seo-oriented, ti consiglio di rivedere il testo anche dal punto di vista delle parole chiave, delle parole chiave correlate, degli intenti di ricerca dei tuoi lettori. Basta utilizzare la funzione “trova e sostituisci”, se lavori da un programma di scrittura, per individuare quante volte hai utilizzato la parola o la frase chiave, correggere se l’hai usata troppe volte, aggiungere o integrare altre espressioni importanti per la Seo. Sai che oggi le indicazioni per aiutare il motore di ricerca a vedere il tuo articolo sono più articolate rispetto al passato. Ricorda che il testo è destinato, prima di tutto, a un lettore e non a un algoritmo.

Rileggi, rileggi e rileggi

So che hai poco tempo ma lo ripeto. Rileggi, rileggi, rileggi. Rileggi per scoprire refusi che non avevi notato, rileggi per semplificare il testo, rileggi per valutare, a mente fredda, se il testo dà proprio il messaggio che vuoi trasmettere. A volte l’effetto che il testo suscita nel lettore è diverso dalle aspettative. Puoi aver esagerato nel tono, perché ti era stato chiesto un contenuto molto espressivo. Oppure, il post è risultato incolore, nell’intenzione, tutta aziendale, di evitare qualsiasi occasione di scandalo o di contenuti soggetti a critiche.
A proposito: i testi on line si possono integrare e correggere anche dopo che sono pubblicati. Per esempio, puoi adottare i principi della revisione on line per aggiornare i post vecchi e ridare vitalità al sito.

Hai bisogno di aiuto nella revisione dei testi on line?

Scrivimi per una consulenza o per avere il servizio completo.