Tecniche di scrittura

Tecniche di scrittura e L’amica geniale

A proposito di tecniche di scrittura mi è venuto in mente il secondo episodio della serie Tv L’amica geniale, dal titolo “I soldi”. Lila e Elena, le due protagoniste, sono bambine e sognano di scrivere un libro. Lila spiega il suo legame speciale con le parole: scrivere è come svuotare un secchio, dice. Tiri fuori una parola, poi escono tutte le altre. È questo quello che si intende per flusso creativo?
Quante volte, però, da copywriter, principiante o professionista della scrittura ti è capitato il contrario? Davvero le parole escono una in fila all’altra?

Tecniche di scrittura

Perdonami, ho scelto di citare L’amica geniale perché la metafora del secchio è affascinante. Semplice, quasi ingenua, Lila sembra descrivere uno stato di concentrazione creativa. Se così fosse, è di certo quello a cui aspirano pittori, scrittori, musicisti, compositori, artisti in ogni ambito. L’aspetto seducente di questa condizione è la naturalezza: l’idea che il processo creativo sia fluido, privo di intoppi, quasi magico. Per molti artisti questi momenti esistono davvero; ma devi sapere che sono solo una parte del lavoro.
Prima e dopo ci sono tecnica, studio, fatica. Lila aveva ragione, ma se avesse dovuto scrivere per il web si sarebbe messa a studiare le tecniche di scrittura.

Testi Seo: dov’è la creatività?

Blogger, giornalisti, copywriter e specialisti della scrittura Seo-oriented dimenticano spesso il flusso creativo. Il lavoro quotidiano impone altre priorità: la ricerca dell’argomento migliore, più cercato dagli utenti e più adatto al piano strategico. Per scrivere, la scelta delle parole chiave, di intenti di ricerca e tono di voce sono vincolanti. Se scrivi su un progetto redatto da altri, la tua creatività è inquadrata da uno schema di regole e obiettivi determinati. Ogni principiante, anche giornalista provetto, che inizia a scrivere in prospettiva Seo sente il peso delle tecniche di scrittura. Dov’è il gesto semplice di Lila, dove si sono nascoste le parole che vengono da sole?

Blocco dello scrittore

Presto o tardi, se eccedi con le tecniche di scrittura perdi di vista la creatività. Il testo steso in modo meccanico perde di vitalità: è perfetto, ma non dice nulla, mentre là fuori, sul web, post scritti male, sgrammaticati, ma sinceri, diventano virali. Quando va bene, la tua scrittura è ripetitiva, prevedibile.
Nei casi peggiori ti assale l’ansia del foglio bianco: il blocco dello scrittore è in agguato e la mente si svuota. Non sai cosa scrivere. Non sai più come si mettono in fila le parole.
Se ti succede, molla tutto. Vai a camminare, a correre, torna da tuo figlio a giocare con le ombre sul muro.

Non è colpa della Seo

Quando avrai ripreso energie, ti consiglio di studiare di nuovo, ma altre tecniche di scrittura. Hai lavorato molto per imparare a stendere un testo Seo-oriented e ora sei fuori strada: perché la Seo, search engine optimization, è qualcosa d’altro. Ogni artista sa che la sua performance è una tecnica, appresa talmente bene da risultare naturale. Se il tuo testo non è fluido, non è colpa della Seo, ma di una sua forzatura. Scrivere per il web vuol dire scrivere per le persone: non è facile, non è veloce e richiede tutto, tecnica e creatività.

Vuoi un consiglio per apprendere nuove tecniche di scrittura?

Spegni il computer. Leggi un libro, uno di quelli di carta. Leggine un altro. No, non penso ai manuali di copywriting e web marketing: importanti, ma non ora. Leggi i classici, narrativa, letteratura, quello che vuoi. Leggi sempre.